venerdì 22 febbraio 2008

Deduzioni previdenza complementare

E' variata dal 2007 la modalità con cui vengono dedotti i contributi per la previdenza complementare (D.Lgs. 252 del 2005). Il nuovo sistema che debutta in Unico 2008 prevede solamente il limite massimo di 5.164,57 euro. Sparisce quindi il limite del 12% del reddito lordo.

I contributi si deducono naturalmente sempre con il principio di cassa (vale cioè l'anno in cui avete effettuato il versamento) e valgono sia quelli versati direttamente per il contribuente, sia quelli versati a favore dei familiari fiscalmente a carico.

Il rigo base per indicare tali oneri è l'RP29 di cui riportiamo parte delle istruzioni:
Rigo RP29: in questo rigo indicate i contributi ed i premi per i quali intendete chiedere la deduzione ed il limite di deducibilità è quello ordinario di 5.164,57 euro. In particolare, riportate le somme versate alle forme pensionistiche complementari sia se relative a fondi negoziali sia se relative a fondi individuali. Per i contributi versati a fondi negoziali dovete utilizzare i dati riportati nei punti 38 e 39 del CUD 2008 se è indicato il codice “1” nella casella 8 “Previdenza complementare” presente nella Sezione “Dati generali” del CUD 2008. Se, invece, nella suddetta casella 8 della Sezione “Dati generali” è riportato il codice A (presenza diverse tipologie di fondi) per compilare il rigo fate riferimento a quanto indicato nelle annotazioni al CUD 2008.

Nessun commento: