lunedì 25 febbraio 2008

Registrare contratto di comodato immobiliare

Dopo la guida su come registrare un contratto di locazione vorrei spendere due righe sulla registrazione del comodato immobiliare. Un comodato per iniziare è un contratto con cui si concede l'utilizzo gratuito di un bene. E' regolato dall'articolo 1803 del codice civile:
Il comodato è il contratto col quale una parte consegna all'altra una cosa mobile o immobile, affinché se ne serva per un tempo o per un uso determinato, con l'obbligo di restituire la stessa cosa ricevuta. Il comodato è essenzialmente gratuito.
Il comodato non è compreso tra i contratti per i quali è richiesta la forma scritta, di conseguenza è valido anche un comodato verbale. I contratti verbali di comodato, sia che abbiano per oggetto beni immobili che beni mobili, non sono soggetti all'obbligo della registrazione.

Il comodato immobiliare in forma scritta deve invece essere obbligatoriamente registrato nel termine di 20 giorni.

La procedura ricalca quella già vista per i contratti di locazione.
Sarà quindi necessario applicare una marca da bollo da 14,62 euro su ogni copia (ogni 4 pagine o comunque ogni 100 righe). L'imposta di registro, da pagarsi con il modello F23 e codice tributo 109T, è pari a 168 euro. Per la registrazione bisogna utilizzare il modello 69.

Da ricordarsi nel caso in cui la durata del comodato sia superiore a 30 giorni di effettuare la comunicazione all'autorità di pubblica sicurezza entro 48 ore dalla consegna dell'immobile.

UPDATE: dal 1° luglio 2010 è necessario in sede di registrazione indicare i dati catastali dell'immobile (vedi questo post)

Nessun commento: