venerdì 29 febbraio 2008

Spese mediche detraibili

Per un'analisi dettagliata delle spese relative ai farmaci detraibili vedere Chiarimenti su detrazione dei farmaci mentre se avete bisogno di fare luce sulla nuova disciplica degli scontrini parlanti vedere Farmaci, scontrini e codice fiscale.

Vediamo adesso, per completare il quadro, quali sono le altre spese mediche per le quali è possibile avere dei benefici fiscali.

Innanzitutto è necessario distinguere tra oneri detraibili e oneri deducibili. I primi comportano che una percentuale di tale spese (solitamente pari al 19%) sarà portata in diminuzione delle imposte dovute. Gli oneri deducibili sono invece scalati direttamente dal reddito su cui poi saranno calcolate le imposte.

Spese sanitarie detraibili

Per quanto riguarda le spese per cui è prevista una detrazione del 19% è presente una franchigia di 129,11 euro (ad esempio se ho 200 euro di spese mediche posso detrarre 200 - 129,11 e quindi 70,89 euro). Se le spese superano la somma di 15.493,71 euro (comprensiva della franchigia) è possibile, a scelta del contribuente, suddividere la detrazione in quote costanti per quattro anni.

Rientrano in questa categoria le spese per:
  • prestazioni chirurgiche, analisi, indagini radioscopiche, ricerche e applicazioni, prestazioni specialistiche, prestazioni di un medico generico (anche per visite e cure di medicina omeopatica), ricoveri per operazioni chirurgiche o degenze
    Le prestazioni chirurgiche comprendono gli interventi ritenuti necessari per il recupero della normalità sanitaria e funzionale dell'individuo. Sono esclusi quindi tutti gli interventi di chirurgia estetica (sono ammessi quelli di chirugia ricostruttiva volti ad eliminare deformità funzionali o estetiche
    particolarmente deturpanti). Sono altresì ammesse le spese sostenute per l'anestesia, per l'acquisto del plasma sanguigno o del sangue necessari a un'operazione e, se in relazione all'operazione, le rette di degenza e i costi delle cure, limitati ai medicinali indispensabili. Sono escluse tutte quelle spese, anche se effettuate per un intervento chirurgico, rivolte unicamente a bisogni non essenziali del malato (spese di pernottamento di congiunti, spese per telefono, apparecchi televisivi e altri servizi del genere).
    Per il ricovero di un anziano in un istituto di assistenza e ricovero la detrazione non spetta per la retta di ricovero ma solo per le spese mediche indicate separatamente nella documentazione rilasciata dall’Istituto.
  • acquisto o affitto di protesi sanitarie
  • acquisto di medicinali
  • acquisto o l’affitto di attrezzature sanitarie (per esempio, apparecchio per aerosol o per la misurazione della pressione sanguigna)
  • spese per il trapianto di organi
  • l’importo del ticket pagato se le spese sono state sostenute nell’ambito del Servizio Sanitario Nazionale
Sono inoltre comprese le spese di assistenza specifica sostenute per:
  • assistenza infermieristica e riabilitativa (es: fisioterapia, kinesiterapia, laserterapia, ecc.);
  • prestazioni rese da personale in possesso della qualifica professionale di addetto all’assistenza di base o di operatore tecnico assistenziale esclusivamente dedicato all’assistenza diretta della persona;
  • prestazioni rese da personale di coordinamento delle attività assistenziali di nucleo;
  • prestazioni rese da personale con la qualifica di educatore professionale;
  • prestazioni rese da personale qualificato addetto ad attività di animazione e/o di terapia occupazionale.

Spese sanitarie deducibili

Rientrano in questa categoria le spese mediche generiche e di quelle di assistenza specifica sostenute dai portatori di handicap relative a:
  • assistenza infermieristica e riabilitativa;
  • al personale in possesso della qualifica professionale di addetto all’assistenza di base o di operatore tecnico assistenziale esclusivamente dedicato all’assistenza diretta della persona;
  • al personale di coordinamento delle attività assistenziali di nucleo;
  • al personale con la qualifica di educatore professionale;
  • al personale qualificato addetto ad attività di animazione e/o di terapia occupazionale.
  • i soggetti portatori di handicap possono usufruire della deduzione anche se fruiscono dell’assegno di accompagnamento.
È importante sapere che in caso di ricovero di un portatore di handicap in un istituto di assistenza e ricovero, non è possibile dedurre l’intera retta pagata, ma solo la parte che riguarda le spese mediche e paramediche di assistenza indicate sopra. Per poter fruire della deduzione è necessario che le spese risultino indicate distintamente nella documentazione rilasciata dall’istituto di assistenza.

Le altre spese non ricomprese sopra rientrano tra gli oneri detraibili.

Nessun commento: