mercoledì 12 marzo 2008

Bonus incapienti, arriva il modello

Il bonus incapienti, previsto dalla legge 29 novembre 2007, n. 222 (che va a convertire il decreto legge 1 ottobre 2007, n. 159) prevede, per quei soggetti che hanno nell'anno 2006 un'imposta netta pari a zero, l'attribuzione di una somma pari a 150 euro. Agli stessi soggetti è attribuita un’ulteriore somma di pari importo per ciascun familiare a carico.

Come indicato nella circolare n. 68/E del 2007 le somme previste dalla disposizione agevolativa, vengono erogate, in via generale, dal sostituto d’imposta (datore di lavoro o ente previdenziale se pensionati) in via automatica o, se si tratta di soggetti diversi dai pensionati e dai dipendenti, dette somme sono richieste mediante la dichiarazioni dei redditi relativa all’anno 2007 (Unico 2008).

Il modello approvato dall'Agenzia delle Entrate (che potete trovare a questo indirizzo) ha quindi un utilizzo residuale. E' destinato a quei soggetti che non hanno un sostituto d'imposta e non presentano la dichiarazione dei redditi relativa al 2007. Viene infatti chiesto di indicare le proprie coordinate bancarie per accreditare direttamente i soldi al contribuente.

Nessun commento: