giovedì 6 marzo 2008

Novità 2008 per sostituti d'imposta

La sempre attenta Agenzia delle Entrate ha sfornato la sua ennesima circolare per chiarire le novità 2008 sui sostituti d'imposta. Per la precisione si tratta della numero 15 del 5 marzo 2008 (rintracciabile a questo indirizzo).
In particolare si cerca di chiarire alcune problematiche sorte in relazione alla Finanziaria 2008 dove si prevede che il lavoratore dipendente o il collaboratore per beneficiare delle detrazioni di imposta deve dichiarare annualmente di averne diritto, indicando le condizioni di spettanza nonché il codice fiscale delle persone per cui si usufruisce delle detrazioni. In altri termini, la dichiarazione non ha più effetto, come in passato, anche per i periodi d’imposta successivi, ma deve essere presentata anno per anno, anche se non sono intervenute variazioni.

Che succede se il dipendente non riporta il modulo con le indicazione in tempo?
L'Agenzia ci dice che per le detrazioni di cui abbiamo conoscenza diretta (perché, ad esempio, collegate al fatto di essere dipendenti o pensionati), anche in assenza di una specifica richiesta da parte del percipiente, debbano essere riconosciute dal sostituto d’imposta sulla base del reddito da lui stesso erogato. Relativamente alle detrazioni per familiari a carico di cui all’articolo 12 del TUIR, al contrario, la richiesta annuale da parte del sostituito è condizione essenziale per il loro riconoscimento. Il datore di lavoro deve dare un termine al dipendente e continuare ad applicare le detrazioni provvisoriamente. Nel caso in cui, trascorso il termine, non venga restituito il modulo è necessario dal mese successivo sospendere le detrazioni e procedere al recupero di quelle già calcolate.

E’ obbligatorio per il sostituto di imposta richiedere al lavoratore extracomunitario residente in Italia il codice fiscale dei figli residenti all’estero per i quali egli intende fruire delle detrazioni di imposta?
L'Agenzia risponde che il codice fiscale è necessario. I lavoratori extracomunitari residenti, che vogliono fruire di dette detrazioni devono, quindi, richiedere l’attribuzione per i familiari agli uffici locali dell’Agenzia delle Entrate, i quali rilasceranno il codice previo esame della documentazione necessaria.

E' necessario indicare i codici fiscali dei familiari anche nel modello 770 2008 per il 2007? Che succede se non li indico?
Il sostituto non andrà incontro a sanzioni per l’omessa indicazione nel mod. 770/2008 del codice fiscale dei familiari a carico dei propri dipendenti. Ciò in quanto l’obbligo di richiedere ai dipendenti il codice fiscale dei familiari per cui sono richieste le detrazioni per familiari a carico è sorto con la Finanziaria 2008.

Nessun commento: