sabato 29 marzo 2008

Novità per i farmaci acquistati nel 2007

L'Agenzia delle Entrate con la circolare n. 30/E del 28 marzo 2008 modifica nuovamente le regole necessarie a detrarre i farmaci per Unico 2008 o 730 2008.

Le indicazioni precedenti sostenevano la necessità, per gli acquisti dal 1 luglio al 31 dicembre, di integrare lo scontrino, nel caso in cui questi non riportasse la tipologia di prodotto, con un documento contestualmente rilasciato dal farmacista nel quale siano specificate la natura (“farmaco” o “medicinale”), la qualità (denominazione del farmaco) e la quantità del farmaco venduto.

Naturalmente essendo in Italia c'è stato il solito coro di lamentele ed oggi con la circolare in questione l'Agenzia delle Entrate ha deciso di calare totalmente le braghe affermando che:
le spese sanitarie sostenute nel periodo dal 1° luglio al 31 dicembre 2007, ai fini della deduzione/detrazione IRPEF, potranno essere certificate anche tramite scontrino fiscale non “parlante” o incompleto, qualora lo stesso venga integrato, per iniziativa dello stesso contribuente, mediante l’indicazione anche su foglio aggiunto del codice fiscale dell’acquirente nonché della natura, qualità e quantità dei farmaci acquistati.
Insomma, per quest'anno, basta la buona e vecchia autocertificazione sia per il codice fiscale che per il tipo di prodotto.
Naturalmente l'Agenzia si affretta ad aggiungere con aria cattiva:
Resta inteso che, per la certificazione delle spese sanitarie relative all’acquisto di medicinali effettuate a decorrere dal 1° gennaio 2008, non potranno essere considerati validi documenti privi delle caratteristiche individuate dagli articoli 10, comma 1, lettera b) e 15, comma 1, lettera c) del D.P.R. n. 917 del 1986, così come modificati dalla legge n. 296 del 2006.
Per gli acquisti 2008 (e fino alla prossima deroga ;-) ) ci vuole lo scontrino parlante completo con tanto di codice fiscale stampato.

Il post originale dove si parla del problema dei nuovi scontrini lo trovate cliccando qua.

Nessun commento: