sabato 5 aprile 2008

Modello 730/2008: le risposte dell'Agenzia

Con la circolare n.34/E del 4 aprile 2008 l'Agenzia delle Entrate fornisce una lunga serie (ben 47 pagine) di chiarimenti in relazione alla prossima dichiarazione 730 (valevoli anche per il modello Unico naturalmente).

Vediamo alcuni dei quesiti più interessanti.

Spese per acquisto farmaci

Nel caso di più scontrini non parlanti è sufficiente una sola dichiarazione, purchè la stessa contenga l'indicazione del numero identificativo di ciascuno scontrino, del codice fiscale del destinatario del medicinale, nonché, con riferimento ai singoli scontrini o a gruppi di scontrini, della natura, qualità e quantità dei farmaci acquistati.
Nel caso di farmaci acquistati all'estero sarà necessaria una documentazione dalla quale sia possibile ricavare le indicazioni dello scontrino parlante (natura dei farmaci e codice fiscale) . In particolare, nel caso in cui il farmacista estero abbia rilasciato un documento di spesa da cui non risultino le predette indicazioni, il codice fiscale del destinatario potrà essere riportato a mano sullo stesso e la natura, qualità e quantità del farmaco dovranno risultare da una documentazione rilasciata dalla farmacia recante le predette indicazioni ovvero, per il solo periodo d’imposta 2007, da una utodichiarazione del contribuente.

Detrazione su spesa agenzia immobiliare
La circolare chiarisce alcune situazione particolari. Innanzitutto l'agevolazione spetta anche per
l'acquisto di diritti reali diversi dalla piena proprietà, a condizione che l’immobile sia adibito ad abitazione principale. Nel caso in cui il contratto di compravendita non venga concluso l'agevolazione non spetta in quanto è subordinata alla condizione che l’immobile sia adibito ad abitazione principale. Infine nel caso di acquisto è effettuato da più proprietari, la detrazione, nel limite complessivo di 1000 euro, dovrà essere ripartita tra i comproprietari in ragione della percentuale di proprietà.

Detrazione per sportive praticate dai ragazzi
Nel caso in cui le spese sono sostenute prima che il ragazzo abbia compiuto gli anni 18, anche se nel corso dell’anno viene raggiunta la suddetta età, spetta comunque la detrazione.

Detrazione per figli a carico di soggetti residenti extracomunitari
I soggetti extracomunitari fiscalmente residenti in Italia possono richiedere le detrazioni per carichi di famiglia mediante la seguente documentazione:
  1. documentazione originale prodotta dall’autorità consolare del Paese d’origine, con traduzione in lingua italiana e asseverazione da parte del prefetto competente per territorio;
  2. documentazione con apposizione dell’Apostille, per i soggetti che provengono dai Paesi che hanno sottoscritto la Convenzione dell’Aja del 5 ottobre 1961;
  3. documentazione validamente formata dal Paese d’origine e tradotta in italiano ai sensi della normativa ivi vigente, asseverata come conforme all’originale dal consolato italiano del Paese d’origine.
Angolo comico
Un'ultima segnalazione per capire a che punto di incomprensibilità è arrivato il fisco italiano. In relazione alla detrazione aggiuntiva di 1.200 per chi ha quattro figli, viene chiesto che succede se i genitori si dividono e i figli sono affidati un pò ad un genitore e un pò all'altro. L'Agenzia se ne esce con questo esempio:
Famiglia con quattro figli, tutti a carico di entrambi i genitori al 50 per cento da gennaio a maggio. Il 1° giugno, a seguito della separazione tra i genitori, tre figli vengono affidati solo alla madre e uno solo al padre. Quindi:
  • tre figli sono a carico di entrambi i genitori (50 per cento) per 5 mesi e a carico della madre (100 per cento) per 7 mesi;
  • il quarto figlio è a carico di entrambi i genitori (50 per cento) per 5 mesi e a carico del padre (100 per cento) per 7 mesi.
Per la madre, la percentuale di spettanza dell’ulteriore detrazione è pari al risultato della seguente operazione:
[(50 x 5) + (50 x 5) + (50 x 5) + (100 x 7) + (100 x 7) + (100 x 7) + (50 x 5) + (0 x 7)] / 48 = 3100 / 48 = 64,58
Per il padre, la percentuale di spettanza dell’ulteriore detrazione è pari al risultato della seguente operazione:
[(50 x 5) + (50 x 5) + (50 x 5) + (0 x 7) + (0 x 7) + (0 x 7) + (50 x 5) + (100 x 7)]/ 48 = 1700 / 48 = 35,42

Complimenti, ora è tutto più chiaro :-)

Nessun commento: