giovedì 7 agosto 2008

Compensazioni tra ruoli e rimborsi

L'Agenzia delle Entrate ha emesso un comunicato stampa relativo alla prossima attivazione della procedura di compensazione tra ruoli esattoriali e rimborsi.

In soldoni si prevede quindi la possibilità di utilizzare i crediti fiscali (ad esempio il credito Iva) per compensare i debiti del contribuente presso l'esattoria (Equitalia).

E' previsto dalla stesso comunicato che nel caso di una richiesta di rimborso di un credito l'Agenzia delle Entrate dovrà trasmettere in via telematica a Equitalia l’elenco con le informazioni riguardanti i singoli beneficiari in modo da verificare l'esistenza di ruoli on saldati per debiti verso la stessa Agenzia e verso le altre agenzie ed enti previdenziali con essa convenzionati. A questo punto, entro 12 giorni dal ricevimento dell’elenco, Equitalia effettua le verifiche e provvede a restituire il medesimo elenco all’Agenzia delle Entrate completo delle informazioni necessarie a distinguere i beneficiari di rimborsi che non sono titolari di iscrizioni a ruolo da quelli cui invece corrispondono l’emissione di uno o più ruoli. A questo punto l'Agenzia utilizzerà le somme oggetto dei rimborsi per saldare i debiti esattoriali.

Rispetto al passato quindi i rimborsi non verranno più bloccati in presenza di debiti esattoriali ma si procederà direttamente ad utilizzare tali rimborsi per saldare la somma dovuta.

Sono escluse dalla procedura di compensazione i ruoli oggetto di sgravio, di sospensione o rateazione e quelle per i quali sono stati effettuati versamenti - ex art. 12 della legge n. 289/2002 - o per i quali sono stati eseguiti pagamenti ai sensi dell’art. 25, comma 3-quater, del decreto legislativo n. 472/1997.

Tale procedura si concretizzerà comunque solo nei prossimi mesi con il completamento della regolamentazione e delle procedure di scambio informatico.

Nessun commento: