domenica 14 dicembre 2008

Dichiarazione integrativa e istanza di rimborso

L'Agenzia delle Entrate, con risoluzione n.459/E del 2 dicembre 2008, si è espressa sul problema delle dichiarazione integrative a favore del contribuente.

È il caso in cui la dichiarazione è sbagliata a favore del fisco perché ad esempio si sono inseriti dei componenti positivi di reddito non esistenti, non si sono considerate delle ritenute d'acconto subite o sono state versate delle cifre superiori al dovuto. In questi casi è possibile presentare una nuova dichiarazione integrativa che corregge l'errore. Tale integrazione, come affermato nella circolare n.6/E del 25 gennaio 2002, deve essere presentata entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa al periodo d’imposta successivo a quello per il quale è stato commesso l’errore. In pratica per correggere una dichiarazione relativa al 2007 ci sarà tempo fino al 30.09.2009 (scadenza dell'invio della dichiarazione 2008). Dopo tale data non sarà più possibile presentare dichiarazioni integrative a favore del contribuente.

Nel caso in cui non sia più possibile ricorrere a tale strada per recuperare quando versato in eccesso bisognerà presentare un'istanza di rimborso ai sensi dell'articolo 38 del Dpr n. 602 del 1973, entro il termine di quarantotto mesi. Tale termine decorre, secondo l'orientamento consolidato della Cassazione (Cass. n. 8199 del 29.08.97 e n. 8606 del 23.05.96), in due distinti momenti a seconda del tipo di errore commesso. I 48 mesi si conteggeranno quindi:
  • dal termine di versamento del saldo nei casi di eccedenze di versamenti in acconto o di pagamenti aventi carattere di provvisorietà, cui non corrisponda successivamente la determinazione di quello stesso obbligo in via definitiva;
  • dalla data del versamento stesso, anche se avvenuto a titolo di acconto, nel caso in cui il debito tributario sia inesistente sin dal momento del versamento, avvenuto per errore materiale, duplicazione d'imposta o originaria inesistenza totale o parziale della pretesa impositiva.

Nessun commento: