lunedì 15 dicembre 2008

Giro di vite contro i crediti fasulli in F24

Il decreto legge n.185 del 2008, l'ormai famoso "anti crisi", ha inasprito in maniera pesante le sanzioni e le possibilità di intervento contro l'utilizzo in compensazione di crediti inesistenti nel modello F24.

Nell'articolo 27 del decreto, ai commi 16-20, è stato innanzitutto previsto che il termine per contestare l'utilizzo di crediti illegittimi è portato a ben otto anni. Se il credito è stato utilizzato quest'anno ad esempio, c'è tempo fino al 31.12.2016.
l'atto ... emesso a seguito del controllo degli importi a credito indicati nei modelli di pagamento unificato per la riscossione di crediti inesistenti utilizzati in compensazione ... deve essere notificato, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre dell'ottavo anno successivo a quello del relativo utilizzo.
Tale allungamento dei termini vale per tutti gli utilizzi per i quali al momento di entrate in vigore del decreto non siano ancora scaduti gli ordinari termini di accertamento (comma 17).

Anche le sanzioni sono state ritoccate verso l'alto. Le nuove percentuali vanno dal 100% al 200% dei crediti utilizzati. Nel comma 18 è previsto infatti che:
L'utilizzo in compensazione di crediti inesistenti per il pagamento delle somme dovute è punito con la sanzione dal cento al duecento per cento della misura dei crediti stessi.

Nessun commento: