mercoledì 14 gennaio 2009

Invio dichiarazioni d'intento

Il 16 gennaio scade il termine per l'invio delle dichiarazioni d'intento ricevute dai fornitori degli esportatori abituali nel mese di dicembre.

La scadenza di gennaio è particolarmente importante in quanto il grosso delle dichiarazioni viene ricevuto nel mese di dicembre o al più tardi in gennaio (in questo caso l'invio è da effettuarsi entro il 16 di febbraio). L'invio deve essere effettuato in modalità telematica (nella stragrande maggioranza dei casi sarà quindi il commercialista a procedere).

Ricordo anche le sanzioni collegate che sono piuttosto pesanti. Per la omessa, incompleta o inesatta trasmissione la sanzione va dal 100% al 200% dell'IVA non applicata in fattura. Nel caso non siano state fatte operazioni la sanzione è da corrispondersi in misura fissa per un importo che va da un minimo di 256 euro ad un massimo di 2.065. Naturalmente è possibile usufruire del ravvedimento operoso con le nuove misure ridotte recentemente approvate (1/12 del minimo entro 30 giorni e 1/10 entro un anno).

Come ultimo appunto ricordo che fornitore e acquirente sono responsabili in solido per l'IVA non versata.

L'obbligo è stato introdotto originariamente dalla legge n.311 del 30 dicembre 2004 articolo 1 co.381 e spiegazioni sono state successivamente fornite con le circolari n.10/E e 41/E del 2005.
Posta un commento