lunedì 16 febbraio 2009

Comunicazione dati iva 2009

È in scadenza il prossimo 28 febbraio il termine per trasmettere la comunicazione dei dati Iva del 2008. Il modello e le istruzioni sono reperibili come al solito nel sito internet dell'Agenzia delle Entrate a questo indirizzo.

La trasmissione può essere fatta unicamente in modalità telematica. Tutti i contribuenti con partita Iva devono presentare la comunicazione. Ci sono tuttavia diverse esclusioni, in massima parte rivolte a soggetti scarsamente rilevanti dal punto di vista economico. Segnaliamo tra i casi di esclusione più comuni:
  • le persone fisiche che hanno realizzato nell’anno d’imposta cui si riferisce la comunicazione un volume di affari uguale o inferiore a 25.822,84 euro ancorché tenuti a presentare la dichiarazione annuale;
  • i soggetti sottoposti a procedure concorsuali (ad esempio le imprese in fallimento);
  • le persone fisiche che hanno adottato il regime dei minimi;
  • i soggetti ex art. 74 del D.P.R. n. 917/1986: gli organi e le amministrazioni dello Stato, i comuni, i consorzi tra enti locali, le associazioni e gli enti gestori di demani collettivi, le comunità montane, le province e le regioni, gli enti pubblici che svolgono funzioni statali, previdenziali, assistenziali e sanitarie, comprese le aziende sanitarie locali;
  • le imprese individuali che abbiano dato in affitto l’unica azienda (cfr. circolari n. 26 del 19 marzo 1985 e n. 72 del 4 novembre 1986) e non esercitino altra attività rilevante agli effetti dell’IVA nell’anno cui si riferisce la comunicazione;
  • i contribuenti che per l’anno d’imposta abbiano registrato esclusivamente operazioni esenti di cui all’art. 10 (tranne nei casi in cui il contribuente abbia registrato operazioni intracomunitarie o siano stati effettuati acquisti per i quali, in base a specifiche disposizioni normative, l’imposta è dovuta da parte del cessionario come per l'acquisto di oro e argento puro, rottami ecc.);
  • i produttori agricoli esonerati dagli adempimenti ai sensi dell’art. 34, comma 6, (produttori agricoli che nell’anno solare precedente hanno realizzato un volume d’affari non superiore a 7.000 euro);

3 commenti:

Roberto ha detto...

Secondo lei un soggetto tenuto alla compilazione della comunicazione dei dati IVa come si deve comportare se riceve una fattura da un soggetto che aderisce al regime dei minimi?
Secondo me deve considerare l'operazione come non imponibile.
grazie

Simone Malacarne ha detto...

No, le fatture d'acquisto da soggetti rientranti nel regime dei minimi vanno indicate solamente nel CD2 Totale senza considerarle negli altri campi (non imponibili, esenti, intra).

Anonimo ha detto...

egr. sig. simone malacarne, in riferimento alla sua risposta esiste qualche circolare o altro ?