sabato 7 febbraio 2009

Denuncia lavoratori domestici

Con la conversione nella legge n.2 del 2009 del decreto anticrisi (D.l. 185 del 2008) sarà possibile comunicare le informazioni relative ai lavori domestici direttamente all'INPS tramite il sito web o il call center dell'istituto (803.164). Una volta ricevute le informazioni l'INPS provvederà direttamente al calcolo dei contributi dovuti e all'invio dei bolletini trimestrali precompilati al datore di lavoro.

Non sarà quindi più necessario passare attraverso i Centri per l'impiego.

La norma in questione è contenuta nell'articolo 16, commi 11 e 12:
11. In deroga alla normativa vigente, per i datori di lavoro domestico gli obblighi di cui all'articolo 9-bis del decreto-legge 1 ottobre 1996, n. 510, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 novembre 1996, n. 608, e successive modificazioni, si intendono assolti con la presentazione all'Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS), attraverso modalità semplificate, della comunicazione di assunzione, cessazione, trasformazione e proroga del rapporto di lavoro.

12. L'INPS trasmette, in via informatica, le comunicazioni semplificate di cui al comma 11 ai servizi competenti, al Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali, all'Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (INAIL), nonché alla prefettura-ufficio territoriale del Governo, nell'ambito del Sistema pubblico di connettività (SPC) e nel rispetto delle regole tecniche di sicurezza, di cui all'articolo 71, comma 1-bis, del codice di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, anche ai fini di quanto previsto dall'articolo 4-bis, comma 6, del decreto legislativo 21 aprile 2000, n. 181, e successive modificazioni».
Posta un commento