giovedì 26 febbraio 2009

Spese per pratiche sportive dei figli

In relazione alla detrazione per le spese di attività sportive praticate dai figli (prevista alla lettera i-quinquies dell'art. 15, comma 1, del TUIR), l'Agenzia delle Entrate ha emesso una serie di precisazioni con la risoluzione ministeriale n.50/E del 25 febbraio 2009.

Nella sostanza della risoluzione precisa che l'importo massimo oggetto della detrazione pari a 210 euro è riferito al singolo figlio. Quindi anche nel caso in cui la somma sia pagata quota parte da entrambi i genitori gli stessi dovranno dividere l'importo da detrarre tra i due. Non è possibile secondo la risoluzione usufruire di una detrazione pari a 210 euro per ciascun genitore.

Per il resto l'Agenzia ripercorre la regolamentazione dell'agevolazione (di cui avevamo già parlato in questo vecchio post). Il testo completo della risoluzione è disponibile a questo indirizzo.
Posta un commento