venerdì 8 gennaio 2010

Rivalutazione terreni e partecipazione posseduti al 1° gennaio 2010

La Finanziaria 2010 (legge n. 191 del 23 dicembre 2009) ha nuovamente riaperto i termini per la rivalutazione di terreni e partecipazioni posseduto al 1° gennaio 2010. Le modalità sono invariate (ne avevamo già parlato in questo post): è necessario effettuare una perizia giurata e procedere al versamento dell'imposta sostitutiva pari al 4% (o 2% per le partecipazioni non qualificate). Il termine per il versamento è il 31 ottobre 2010.

Come per tutte le riaperture successive si pone il problema per coloro che hanno già provveduto ad una rivalutazione in anni precedenti e che desiderano aggiornare nuovamente il valore. L'Agenzia delle Entrate sostiene che sia necessario versare nuovamente l'imposta per il suo intero ammontare ed eventualmente richiedere il rimborso di quanto precedentemente versato. Tale rimborso è però possibile unicamente nel caso siano trascorsi meno di 48 mesi dai versamenti effettuati come indicato nella
risoluzione n. 236/E del 10 giugno 2008. Quello dei 48 mesi come termine del rimborso è una regola di carattere generale (ne avevamo parlato anche questo post). Non è quindi mai possibile versare solamente l'eventuale differenza di valore tra la vecchia e la nuova rivalutazione.
Posta un commento