venerdì 24 settembre 2010

Hardware Upgrade: bilancio 2009

Per curiosità ho deciso di dare un'occhiata al bilancio della società Hardware Upgrade Srl che gestisce l'omonimo sito internet (www.hwupgade.it). Ero curioso di sapere i livello di fatturato e di investimento dell'azienda che gestisce uno dei maggiori siti divulgativi di informatica in Italia. Prima di iniziare una piccola premessa: i bilanci delle società di capitali (Srl, Spa e Sapa) sono pubblici e disponibili per chiunque, non ho rapporti di alcun tipo diretti o indiretti con questa società (tranne il fatto di essere un loro lettore naturalmente) e questo post ha un carattere puramente descrittivo e nei limiti del possibile obiettivo. Non vuol essere né una sollecitazione all'investimento, né fornire un giudizio di qualsiasi genere sulla società.

Il bilancio in questione è in forma abbreviata (ex art. 2435-bis del Codice Civile) e il redattore si è limitato a commenti piuttosto stringati attenendosi scrupolosamente ai minimi informativi previsti dalla legge. L'informazione che ne possiamo ricavare è pertanto approssimativa ma sufficiente per farci un'idea sommaria della struttura e dell'andamento della società.

Intanto qualche dato sommario. Il capitale sociale ammonta ad euro 15.000, il giro del lavoro si attesta intorno ai 640.000 euro, non ha beni immobili e ha una spesa per il personale dipendente di circa 210.000 euro (equivalente all'incirca a 6/7 persone a tempo pieno). Non ci sono dati se e in che misura l'amministratore percepisca un compenso. Se fosse corrisposto dovrebbe essere collocato nella voce B7 del conto economico, costi per servizi, ma la nota integrativa non ne fornisce il dettaglio. Il patrimonio netto complessivo di quasi 200.000 euro (il capitale sociale più le riserve accumulate).

Le immobilizzazioni immateriali hanno un valore considerevole (costo storico 66.033 euro) e sono costituite da licenze software di esercizio, spese registrazione marchio e migliorie su beni di terzi. Visto l'esiguità del fondo ammortamento presumo siano state effettuate in gran parte da poco tempo. I beni strumentali (attrezzature, mobili e computer) hanno invece un costo storico (d'acquisto per capirsi) di circa 164.000 e sono ammortizzate per oltre il 60% del loro valore. Nella nota integrativa si segnala un leasing per acquisto di arredamento effettuato nel 2008 per un importo di 165.400. Ora sinceramente un valore del genere speso in arredamento mi sembra un tantinello eccessivo, magari si intende più in generale la messa in opera dei laboratori per i test, comprensivi quindi anche del materiale tecnico. In ogni caso questo dato insieme alle alte immobilizzazioni immateriali (la cui componente principale a logica dovrebbero essere i lavori fatti sui beni in affitto) porta a pensare a dei lavori importanti (ad esempio un rinnovo della sede) effettuati 1-2 anni fa.

Per quanto riguarda i crediti, iscritti per 270.000 euro circa e in aumento rispetto all'anno precedente, sono molto più alti quel che mi aspettassi in un'azienda del genere. Significa in sostanza che il tempo medio di incasso è pari a l50 giorni circa (270k/640k*365), ben 5 mesi. Potrebbe anche darsi che tra i crediti ci siano altre voci, oltre i crediti commerciali puri, di importo consistente ma anche qua la NI non ci viene in aiuto.

I debiti a breve (le cui componenti principali sono di solito i debiti verso i fornitori, quelli fiscali e per contributi dipendenti e gli scoperti di conto corrente) ammontano a circa 120.000 euro rispetto ai circa 60.000 dell'anno precedente. Quelli con scadenza oltre l'anno sono iscritti per 63.000 circa contro gli 80.000 circa del 2008 (anche qua la nota integrativa non aiuto, probabilmente si tratta di un classico finanziamento bancario di media durata).

Dal conto economico notiamo un fatturato in aumento (640k contro i 610k del 2008) il che non è male per i tempi che corrono. L'unico accenno nella NI è il seguente:
Durante l'esercizio l'attività si è svolta regolarmente [...] tutto ciò è stato possibile grazie alla diversificazione dell'attività, infatti è stata aggiunta l'attività di consulenza tecnica ed editoriale, che ha coperto il minor fatturato dell'attività prettamente editoriale
Sembra quindi che l'attività editoriale (la pubblicità immagino) sia in calo e ci sia un'attività di consulenza tecnica ed editoriale che sopperisce.
Tra i costi si segnalano i costi per servizi per 250.000 euro circa aumentati rispetto al 2008 di pressappoco 50.000 euro. Peccato non poter sapere la composizione e cosa ha comportato l'aumento.
L'altra voce aumentata sono le spese per affitti, noleggi e leasing salita di circa 36.000 euro. Una parte dell'incremento è dovuta al leasing che per il 2008 incideva solo per una parte di anno (iniziato verso marzo) mentre nel 2009 incide per 12 mesi ma questo dovrebbe incidere ad occhio solo per qualche migliaio di euro.  Il costo del personale è invece invariato, così come gli ammortamenti e gli oneri diversi di gestione.

A livello di interessi passivi la società spende una cifra di appena 3.571 euro, anche se c'è da considerare gli interessi impliciti nel canone di leasing (7.738 secondo la nota integrativa).

Il risultato lordo sconta quindi l'aumento dei costi suddetti che non ce la fanno ad essere compensati dall'aumento del fatturato. Si passa quindi da un utile prima delle imposto di 52.781 euro nel 2008 a 20.726 nel 2009. I valori dell'utile netto, dopo il calcolo delle imposte, sono 20.654 euro nel 2008 e 3.246 euro nel 2009.
Se leggo correttamente le tabelle della nota integrativa l'utile netto 2007 sarebbe stato pari a 109.066, decisamente superiore a quello degli ultimi due anni.

Di seguito il bilancio estratto, sperando venga visualizzato correttamente. Se trovate errori o imprecisioni nei dati segnalatemelo pure tra i commenti o via mail.

Posta un commento