venerdì 2 dicembre 2011

Codici tributo per la restituzione dei maggiori acconti versati

L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato i codici tributo per permettere a chi avesse versato acconti in misura piena, non sfruttando quindi la riduzione dal 99% al 82% (o dall'85% al 68% per la cedolare secca).

Il comma 3 dell’articolo 1 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 21 novembre 2011 dispone che:
Ai contribuenti che alla data di pubblicazione del presente decreto hanno già' provveduto al pagamento dell'acconto senza avvalersi del differimento di cui al comma 1 compete un credito d'imposta in misura corrispondente, da utilizzare in compensazione ai sensi dell'art. 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241
I codici sono tre:

  • 1797 denominato “CONTRIBUENTI MINIMI - utilizzo in compensazione del credito d’imposta  di cui all’art. 1, c. 3, DPCM 21/11/2011”
  • 1844 denominato “CEDOLARE SECCA - utilizzo in compensazione  del credito d’imposta di cui all’art. 1, c. 3, DPCM 21/11/2011"
  • 4035 denominato “IRPEF - utilizzo in compensazione del credito d’imposta di cui all’art. 1, c. 3, DPCM 21/11/2011"

In sede di compilazione del modello  F24, i suddetti codici sono esposti nella sezione “Erario”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “Importi a credito compensati”, con l’indicazione, quale “anno di riferimento”, dell’anno d’imposta cui si riferisce il credito, espresso nella forma “AAAA”.
Posta un commento